Le novità Einaudi della settimana

Edoardo studia giurisprudenza a Bologna. È lontano da casa da due anni ma ha dato solo un esame, il più facile, quello con meno pagine. Il suo unico progetto è continuare ad essere «un presente parcheggiato», un’anima in stallo, il più lontano possibile dal futuro che il padre sembra già aver scelto per lui: è un macellaio, suo padre, e non vede l’ora che il figlio, appena presa la laurea, lo raggiunga per mettersi all’opera nel mattatoio di famiglia. Nulla sembra destinato a cambiare, ma poi Edoardo incontra Stella. Misteriosa, bellissima, Stella ama mordere più ancora che baciare, e lui se ne innamora all’istante. È l’inizio di un vortice di amore e droga, portata a casa barattandola con i tagli pregiati di carne che il padre gli invia ogni settimana. E quando Stella sparirà dalla sua vita, proprio la carne diventerà la nuova folle ossessione di Edoardo… Lo spacciatore di carne, in uscita questa settimana per Stile Libero, è il romanzo d’esordio di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro, gruppo rock tra i più amati e seguiti in Italia.

Una storia in bilico tra passato e presente, tra follia e lucidità, tra ricordi terribili di sangue che scorre e belve affamate, in un universo distorto in cui la carne diventa denaro contante e l’amore si trasforma in pazzia.

Secondo esordio italiano della settimana, è La conservazione metodica del dolore di Ivano Porpora. Benito ha quarantacinque anni, ma dalla sua memoria è sparito un decennio della sua vita, rimosso da un attacco epilettico. Finché il volto di Margherita affiora dall’oblio e lo costringe a ricordare, a rituffarsi in quel nero con cui ha creduto di potersi proteggere dal dolore: quello subito, e quello inflitto. «L’eterna lotta del bene e del male sta in questo romanzo, – ha scritto Giulio Mozzi, – dove il bene è il dolore che grida, sbatte, s’impossessa del corpo, e da nascosto che era si fa malattia visibile, afferrabile; e il male è il tentativo di respingere il dolore nella dimenticanza, renderlo invisibile e inafferrabile».

Ancora da Stile Libero arriva Cogan, il romanzo di George V. Higgins da cui è tratto il film omonimo di Andrew Dominik, interpretato da Brad Pitt, Ray Liotta e James Gandolfini, in sala da giovedì 18 ottobre: due piccoli delinquenti accettano di svaligiare una bisca clandestina a Boston; un lavoro apparentemente privo di strascichi e complicazioni, un colpo rapido, dal quale sperano di poter uscire puliti. Ma le cose si ingarbugliano e, ben presto, i pesci piccoli si trovano alle calcagna Jackie Cogan, un emissario della mafia incaricato di regolare i conti. Tra gangster, minacce, Chevrolet che non passano inosservate e dialoghi travolgenti, Cogan mette magistralmente in scena le lotte di potere della malavita organizzata: una lezione di stile e intreccio che ha stabilito un nuovo canone per il crime moderno.

Arriva invece nei Supercoralli l’esordio della sceneggiatrice Amanda Coe. Paragonato ai primi lavori di McEwan, Quello che fanno nel buio è la storia di Gemma e Pauline, compagne di classe, diversissime – ingenua, privilegiata e iperprotetta la prima; povera e arrabbiatissima la seconda – ma accomunate dalla passione per Lallie, lolita televisiva vestita di lustrini che concentra nel suo corpo tutti i sogni e le ossessioni delle due ragazzine. E quando Lallie arriva in città per girare un film, la commedia si trasforma in orrore: perché nel buio anche la più innocente delle vittime può trasformarsi in un carnefice spietato. I desideri, i turbamenti, la confusione della prima adolescenza in un romanzo che ce ne svela il lato più oscuro, con un finale che ha sconvolto critica e lettori.

Restiamo nella narrativa con un’edizione speciale, all’interno della collana NumeriPrimi°, dedicata ai capolavori dei Premi Nobel. Per Einaudi arrivano in libreria Molloy di Beckett, Foto di gruppo con signora di Böll, Vergogna di Coetzee, Il mio nome è rosso di Pamuk e La zia Julia e lo scribacchino di Vargas Llosa.
E questa settimana NumeriPrimi° porta in libreria anche Il sogno del celta, primo romanzo di Vargas Llosa dopo la vittoria del Nobel, e La vita accanto di Mariapia Veladiano.

«Se dovessi dire qual è a mio parere il modo giusto di affrontare e godere la lettura dell’Iliade, credo che la cosa che riterrei meno impropria sarebbe quella di assumere l’atteggiamento del lettore di un grande romanzo, e aggiungerei forse: ottocentesco (l’esempio di Guerra e pace è quello che viene in mente fin con troppa facilità». Così Guido Paduano introduce il lettore a questa edizione dell’Iliade, che ripropone nella collana I Millenni la sua traduzione pubblicata nel 1997 nella Biblioteca della Pléiade, e già considerata un classico. Ad arricchire il volume, le splendide tavole di Luigi Mainolfi e un ricchissimo commento di Maria Teresa Mirto.

Concludono la proposta della narrativa Io cammino in fila indiana (Super ET) di Ascanio Celestini e Gli inconsolabili (ET scrittori) di Kazuo Ishiguro, mentre arriva nella Collezione di Teatro Le ultime sette parole di Caravaggio, rievocazione-invenzione della morte del pittore scritta da Ruggero Cappuccio.

Ci spostiamo nella saggistica con una novità proposta dalla PBE: con L’arte in Italia e in Europa nel secondo Cinquecento Carmelo Occhipinti esplora il panorama artistico italiano ed europeo di tale epoca, rinunciando intenzionalmente alle categorie storico-stilistiche care alla storiografia del XX secolo – «manierismo», «anticlassicismo», «antirinascimento», «autunno del Rinascimento », «tardo manierismo», «manierismo internazionale» -, e illustrando invece i tanti aspetti della cultura figurativa in relazione alla società e alla fruizione contemporanea, ma anche in rapporto alla mutevole percezione della storia.

Infine, approdano nei Super ET due grandi titoli del nostro catalogo: Paesaggio Costituzione cemento di Salvatore Settis (presto in libreria con il suo nuovo lavoro) e Ave Mary di Michela Murgia.

Buone letture!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le novità Einaudi della settimana

  1. Pingback: Le novità Einaudi della settimana | Sondrio 24h

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...