Le novità Einaudi della settimana. Elsa Morante prima di tutto.

Il 18 agosto 2012 si celebra il centenario della nascita di Elsa Morante: per ricordare la grande autrice, Einaudi ripropone nelle Letture «il libro che concentra e riassume tutti gli altri libri di Elsa Morante». Uscito nel fatidico 1968, Il mondo salvato dai ragazzini è un incontro tra teatro, poemetto, poesia visiva e libello, un testo insolito e unico, un canto alla bellezza dell’adolescenza – intesa come «visione politica per cambiare il mondo» – e un appassionato e ambizioso tentativo di scalfire la realtà con i mezzi della poesia. Un testo fuori dagli schemi e dalle convenzioni, fatto di grandi slanci e invettive, di sogni ed esortazioni, in «un’alchimia che sembra far esplodere l’oggetto libro – commenta Goffredo Fofi nella prefazione a questa edizione -, proiettare il testo fuori dalle pagine».


E sempre dal 10 luglio, nella collana ET Poesia, arriva in libreria anche Alibi, uscito per la prima volta nel 1958. In questa edizione, curata da Cesare Garboli, le poesie di Alibi compaiono insieme a Narciso, il testo che di quella raccolta fu la «cellula generativa». «Diversamente da ogni altro album di poesie femminili, – scrive Garboli nell’introduzione al volume, – l’argomento di Alibi non è la memoria o il diario dei fatti del cuore; protagonista è sempre il futuro, la conoscenza, la divinazione, la spiegazione data a se stessa di un destino sempre più simile a una condanna e a un inferno. E se c’è qualcosa che non finisce di sorprendere, in questo album capovolto e mostruoso, è che la pitonessa che si arrovella sulle fatture e i filtri, e fa versi simili alle cantilene e ai sortilegi che accompagnano la magia, non smette per questo di essere una ragazza sognatrice che vuole l’amore e aspetta la felicità».

Nei Super ET torna un’altra voce femminile, quella di Anne Holt, regina assoluta del crime scandinavo, con La vendetta. In una Oslo straordinariamente calda, l’ispettrice Hanne Wilhelmsen è alle prese con un’indagine inquietante, nella quale dovrà mettere in gioco non solo le sue abilità investigative, ma anche tutta la propria umanità, e risolvere il caso prima che il padre della vittima, incapace di accettare la violenza toccata a sua figlia, decida di farsi giustizia da solo…

Ci spostiamo in Giappone con Il maestro di go del Nobel Kawabata Yasunari. In un albergo di campagna, il maestro Shusai, l’eroe fino ad allora imbattuto, conduce la sua ultima, epica sfida: una partita di go che durerà sei lunghi mesi e che rimarrà celebre negli annali di quest’arte. Pagina dopo pagina, le mosse dei due contendenti diventano un gioco di vita e di morte, trasformando questo romanzo di straordinaria tensione in una malinconica meditazione sul senso della vita. A completare il volume, in uscita nella collana ET Scrittori, uno testo sull’arte del go di Raffaele Rinaldi.

Infine, proposto dalla PBE, arriva in libreria il saggio di Salvatore Silvano Nigro sui Promessi sposi, La tabacchiera di don Lisander. Un «viaggio sentimentale attorno a una tabacchiera», appunto, che è per Manzoni la «scatola» della memoria letteraria attiva nella scrittura del suo celebre romanzo. Ma, come scrive Nigro nella prefazione, la tabacchiera è anche un richiamo: «rivolto ai lettori disposti a brividare di agnizioni nel labirinto dialogico dei Promessi sposi».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...