Le novità Einaudi della settimana

Preparatevi a una settimana di grandi ritorni! Cominciamo con tre nomi…

Uno: il Libanese. A dieci anni dall’uscita del cult Romanzo criminale, Giancarlo De Cataldo dedica un nuovo libro a uno dei suoi personaggi più memorabili, e con Io sono il Libanese ci trasporta nella Trastevere degli anni Settanta, dove si consuma l’adolescenza di un ragazzo di strada destinato a diventare il Re della Roma criminale.

Dall’Italia, ci spostiamo nella gelida Norvegia, ed ecco il secondo nome: Harry Hole. Dopo il successo mondiale de Il leopardo (da questa settimana in libreria in edizione tascabile nella collana NumeriPrimi°), Jo Nesbø ci regala una nuova avventura del detective più intrigante del noir contemporaneo, una lotta contro il tempo alla ricerca della verità per salvare Oleg, il ragazzo che Hole ha cresciuto come fosse suo figlio e che adesso è in carcere, accusato di aver ucciso il suo migliore amico. Tradotto in 45 lingue, Lo spettro è un thriller magistrale, capace di coniugare azione e malinconia.

Terzo nome: dalla penna di Josh Bazell, torna Peter Brown, il medico-killer più spiazzante della letteratura americana. A tre anni da Vedi di non morire, il dottor Brown torna ad affrontare pazienti e criminali, e si ritrova al centro di gigantesco e misterioso intrigo. A tuo rischio e pericolo mescola horror, thriller e comicità nera: il risultato è un romanzo scatenato che vi terrà in ostaggio fino all’ultima pagina.

Ma accanto a questi tre novità assolute, c’è un altro evento da festeggiare: arriva nei Super ET, in una nuova veste grafica, tutto il meglio della regina del giallo francese. Una uniform edition dedicata a Fred Vargas, che raccoglie in nove libri, in vendita a 10 euro, sei indagini indimenticabili del commissario Adamsberg – amatissimo protagonista di L’uomo dei cerchi azzurri, L’uomo a rovescio, Parti in fretta e non tornare, Sotto i venti di Nettuno, Nei boschi eterni e Un luogo incerto – e la trilogia degli EvangelistiChi è morto alzi la mano, Un po’ più in là sulla destra e Io sono il tenebroso.

Infine, per la Piccola Biblioteca Einaudi, Cesare Segre aggiunge un nuovo volume alla serie di studi dedicati alla critica: dopo I segni e la critica del 1969, Notizie dalla crisi. Dove va la critica letteraria? (1993) e Ritorno alla critica (2001), oggi Critica e critici sposta il fuoco dell’indagine sugli studiosi che hanno ideato e messo in pratica le teorie e i modelli fin qui analizzati. Tracciando i profili di questi grandi personaggi, Segre ci offre una «piccola storia della critica» che è anche una pagina imprescindibile della storia della cultura.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...