Rajan / TERREMOTI FINANZIARI

Raghuram Rajan è stato uno dei pochi economisti a prevedere la crisi economica in arrivo prima che esplodesse.
Egli segnala le fratture nascoste, vere «linee di faglia», che minacciano la stabilità economica globale.
Sanare queste fratture è necessario se si vuole riportare l’economia mondiale a una durevole prosperità

Raghuram Rajan è stato uno dei pochi economisti al mondo ad avvertire la comunità internazionale della crisi imminente prima che si manifestasse, in un momento anzi in cui il paradigma dominante era al suo culmine.
In Terremoti finanziari egli mostra come le decisioni individuali che nel complesso hanno causato la crisi finanziaria – decisioni prese dai banchieri, dai governi e dai semplici proprietari di case – erano risposte in sé razionali ma all’interno di un ordine finanziario globale scorretto. Un sistema cioè in cui gli incentivi al rischio erano incredibilmente fuori misura rispetto ai pericoli che tale rischio poneva. Rajan dimostra inoltre come l’accesso disuguale sia all’educazione sia alla tutela della salute negli Stati Uniti ponga noi tutti in grave pericolo; lo stesso si può dire anche per le scelte economiche di Paesi come la Germania, il Giappone e la Cina, che gravano l’America di un fardello non dovuto.
A conclusione del libro Rajan delinea le scelte radicali che dobbiamo assolutamente compiere se vogliamo assicurare un’economia globale più stabile al fine di ricreare una prosperità duratura.

(Prefazione all’edizione italiana di Franco Debenedetti)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...