Le novità della settimana

Il tempo di mezzo è quello che arriva prima del futuro, quello in cui la Natura non ha ancora lasciato posto alla Storia, è il tempo in cui ci si innamora e poi si smette di amare, è quello in cui forse, senza saperlo, si buttano germogli che cresceranno chissà dove: Nel tempo di mezzo è il romanzo che segna il ritorno di Marcello Fois, tre anni dopo il successo di Stirpe.

Fois si riallaccia all’epopea della famiglia Chironi, e ci regala un libro che ne infittisce la trama e ne approfondisce i temi, ma che da solo costituisce un universo narrativo perfettamente indipendente: un romanzo lungo più di tre decenni ma che si legge d’un fiato, nel quale convivono azione e contemplazione, ricerca letteraria e lessico famigliare, e dove i morti fanno visita ai vivi. Marcello Fois ci trasporta in un tempo che sembra non essere mai esistito, per raccontarci una storia che appartiene a ognuno di noi.

Nelle pagine di Marco Presta – secondo «ritorno d’autore» della settimana – il futuro invece è già arrivato. L’Homo sapiens sapiens è ormai una specie in via d’estinzione, e nella scala evolutiva è comparso un nuovo gradino, occupato dall’abominevole Homo absurdus. Presta, che ci vede lungo, ha già capito perfettamente come andrà, e ce lo racconta in ventuno episodi folgoranti che si muovono sul filo dell’assurdo e compongono il ritratto di un mondo mostruoso, un Paradosso terrestre che somiglia moltissimo alla nostra realtà.
Dopo il best-seller Un calcio in bocca fa miracoli, l’autore e conduttore della celebre trasmissione radiofonica Il ruggito del coniglio torna a farsi testimone attonito del nostro tempo con questa raccolta pubblicata originariamente nel 2009, e ci svela qual è l’unica tecnica di sopravvivenza che potrà salvarci la pelle: l’umorismo.

Dalle assurdità quotidiane ipotizzate da Presta, a una di quelle – inimmaginabili – che la Natura ha inflitto all’ambizione umana: la storia del transatlantico più celebre del mondo, la nave più lussuosa che fosse mai stata concepita e che affondò durante il suo viaggio inaugurale dopo l’impatto con una «flotta» di iceberg.
Del Titanic tutti conosciamo la fine. Eppure qulla notte tragica non è che il capitolo conclusivo di una storia molto più lunga, capace di rappresentare un’intera civiltà. A cento anni dal disastro, Richard Davenport-Hines – scrittore e storico inglese, celebre per le sue biografie – ci offre una nuova opportunità per salire a bordo del Titanic, ricostruendo la storia di chi l’ha progettato e di chi ha viaggiato nelle sue cabine – capitani d’industria, nuovi ricchi, ereditiere, artisti, scrittori, contadini analfabeti, truffatori e fuggiaschi che non avevano mai visto il mare. Con il passo della grande saga, dipanando un intreccio affascinante di personaggi, avventure e dettagli minuti, Lo spettro del ghiaccio – pubblicato nella collana Frontiere e corredato da numerose immagini – riporta in superficie il senso di un’epoca.

Infine, Non sprecare di Antonio Galdo torna in libreria in formato tascabile, quattro anni dopo la pubblicazione negli Struzzi, e lascia sbalorditi per l’assoluta attualità. Il mondo è cambiato più in fretta di quanto potessimo immaginare, e la crisi investe il nostro destino. Eppure, anche adesso, davanti allo spreco molti di noi continuano ad arrendersi. Come se il risparmio (economico, energetico, persino di tempo), e non lo spreco, fosse un lusso.
E invece proprio adesso ripensare il nostro modo di consumare è una necessità urgente. Galdo ci aiuta a spostare il punto di vista e a riconosce nella Grande Crisi una Grande Occasione. E a capire come non sprecare, questo «comandamento» così semplice e così poco rispettato, possa essere la bussola che ci guida verso un’epoca nuova, che non possiamo ancora immaginare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...